XII SETTIMANA DELLA CULTURA DAL 16 AL 25 APRILE 2010
Le iniziative della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia-Romagna
Home - Mostre e appuntamenti - Archivio mostre -  XII Settimana della Cultura

 

XII Settimana della Cultura, dal 16 al 25 aprile 2010
Durante la "Settimana della Cultura" l'ingresso ai luoghi d'arte statali situati nella Regione Emilia-Romagna è gratuito (DDR n. 21 del 23/02/2010)
 

XII Week of Culture   April 16-25, 2010
During the “Week of Culture” entrance to public museums, monuments and archaeological sites will be free

Da oltre trent'anni il Ministero per i Beni e le Attività Culturali dedica una settimana alla promozione del patrimonio culturale, con l’organizzazione di eventi e l’apertura gratuita di tutti i luoghi statali. La manifestazione, che quest’anno si svolgerà dal 16 al 25 aprile 2010, è alla sua XII edizione con il nuovo ciclo denominato “Settimana della Cultura”.
Scopo fondamentale dell’iniziativa è favorire la conoscenza della cultura e trasmettere l’amore per l’arte ad una sempre più ampia platea di cittadini che per dieci giorni potranno scegliere tra mostre, convegni, laboratori, visite guidate, concerti, spettacoli, proiezioni cinematografiche e aperture straordinarie in tutte le regioni d’Italia.  Anno dopo anno la Settimana della Cultura registra un successo crescente di eventi e partecipazione del pubblico, a conferma del gradimento della manifestazione e della voglia di cultura che esiste nel Paese; è anche una risposta all’aspettativa di apertura dei luoghi dell’arte e dello spettacolo per tutte le persone e tutte le famiglie.
Alla realizzazione dell’evento partecipano, apportando un valore aggiunto alla missione di questa manifestazione tutti gli Istituti territoriali del Ministero, gli Enti locali, Istituzioni, Associazioni, Fondazioni statali e private e il Ministero degli Affari Esteri con gli Istituti Italiani di Cultura all’Estero per la promozione e la divulgazione della settimana a livello internazionale.
Nell'ambito di questa manifestazione nazionale la nostra Soprintendenza sta organizzando una serie di iniziative, anche in collaborazione con numerosi musei civici e istituzioni culturali private. Vi ricordiamo che in occasione della Settimana della Cultura l'ingresso a musei, gallerie e zone archeologiche dello Stato è gratuito come gratuite sono tutte le iniziative che vi elenchiamo.
Questa pagina è in continuo aggiornamento: vi invitiamo a consultarla frequentemente per verificare i nuovi appuntamenti inseriti


 

Provincia di Piacenza

LUGAGNANO VAL D'ARDA
Antiquarium e zona archeologica di Veleia
località Rustigazzo

domenica 25 aprile, ore 12 e 15,30
1760-2010. Alla scoperta del nuovo allestimento di Veleia romana

Nel 1760 il Duca Filippo di Borbone avviò gli scavi che riportarono alla luce Veleia Romana.
Per festeggiare i 250 anni della riscoperta, la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna ha inaugurato il 27 marzo scorso un nuovo allestimento museale e un nuovo percorso di visita attrezzato, aggiornati con i più recenti dati scientifici e pienamente accessibili ai disabili motori e visivi. L'archeologo Baldassarre Giardina (Archemilia s.a.s.) offre al pubblico due visite guidate gratuite alla scoperta di questo municipium di età romana e dei tanti  suggestivi richiami agli scavi settecenteschi. La visita guidata delle ore 12 è in lingua inglese

in collaborazione con Archemilia S.A.S. di Baldassarre Giardina & C.
Info 345.5806084  (Baldassarre Giardina info@archemilia.it )


Scavi della città romana di Veleia. Una suggestiva veduta del foro

Provincia di Parma

PARMA
Museo Archeologico Nazionale
Palazzo della Pilotta, Piazza della Pilotta

venerdì 16 aprile, dalle 9 alle 14
Il Museo parla americano: nuovi strumenti a disposizione del pubblico

Distribuzione al pubblico delle schede mobili in inglese, realizzate in collaborazione con Pitzer College, Califonia, USA. Dal 1 febbraio al 30 maggio il Servizio Educativo del Museo ospita per un tirocinio formativo una studentessa del college californiano, grazie ad una convenzione tra l’Università di Parma, la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna e l’Università americana. Il progetto formativo prevede la traduzione  dall’italiano all’inglese di testi che destinati ad essere le nuove schede mobili di alcune sezioni del museo messe a disposizione del pubblico di lingua anglosassone

in collaborazione con Università degli Studi di Parma e Pitzer College California (USA)
Info 0521.233718 (Roberta Conversi roberta.conversi@beniculturali.it )


FIDENZA (PR)
Ritrovo a Casa Cremonini
Piazza Grandi

domenica 18 aprile, ore 16 e ore 17
Fidenza: alla scoperta dei tesori nascosti

Percorso guidato dalle archeologhe Manuela Catarsi e Patrizia Raggio alla scoperta della Fidenza forse meno conosciuta ma pur sempre legata ai percorsi di pellegrinaggio lungo la via Francigena, quella che tocca Via Bacchini e Piazza Grandi. L'evento rientra nella rassegna “Le fabbriche della cultura”

in collaborazione con il Comune di Fidenza
Info 0524.83377 (Sportello IAT Fidenza di Casa Cremonini)


PARMA
Museo Archeologico Nazionale
Palazzo della Pilotta, Piazza della Pilotta

martedì 20 aprile, dalle 9,30 alle 17
Il mondo delle piante nell'antichità: usi, cultura e rappresentazione

Seminario promosso da Maria Bernabò Brea, Direttrice del Museo Archeologico di Parma, e dalla Prof.ssa Sara Santoro dell'Università di Parma. Anche quest’anno in occasione della Settimana della Cultura Scientifica e della Settimana della Cultura, viene proposto un Seminario il cui tema centrale sono le piante nell’antichità, esaminate dal punto di vista della paleobotanica, della prima agricoltura, degli aspetti letterari e paesaggistici come presentati nei testi classici e nell’Antico Egitto, con interventi di professori dell’Università di Parma e Chieti e funzionari della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia Romagna

in collaborazione con Università degli Studi di Parma
Info 0521.233718 (Maria Bernabò Brea mariaadelia.bernabobrea@beniculturali.it )


PARMA
Museo Archeologico Nazionale
Palazzo della Pilotta, Piazza della Pilotta

mercoledì 21 aprile, ore 11,30
Il Museo parla americano

Visita guidata in lingua inglese, in collaborazione con il Boston College di Boston (USA). Dal 1 febbraio al 30 maggio il Servizio Educativo del Museo ospita per un tirocinio formativo una studentessa del Boston College (USA), grazie ad una convenzione tra l’Università di Parma, la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia Romagna e l’Università americana. Oltre alla traduzione di alcuni testi che diventeranno le nuove schede mobili  del museo, il progetto formativo prevede questa visita guidata in inglese ad alcune sezioni del museo per gli studenti di lingua anglosassone

in collaborazione con Boston College di Boston (USA) e Università degli Studi di Parma
Info 0521.233718 (Roberta Conversi roberta.conversi@beniculturali.it )


FIDENZA (PR)
Ridotto del Teatro Magnani
Via Bacchini n. 2

giovedì 22 aprile, ore 17
Da Fidentia a Borgo San Donnino

La conferenza della dott.ssa Manuela Catarsi, archeologo direttore coordinatore della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna, illustra le trasformazioni urbanistiche di Fidenza alla luce dei risultati archeologici. La finalità è quella di proporre le radici storiche del Comune in occasione della costruzione dei nuovi strumenti urbanistici come premessa per future iniziative di ricerca. L'evento rientra nella rassegna “Le fabbriche della cultura”

in collaborazione con il Comune di Fidenza
Info 0524.83377 (Sportello IAT Fidenza di Casa Cremonini)


PARMA
Museo Archeologico Nazionale
Palazzo della Pilotta, Piazza della Pilotta

giovedì 22 aprile, ore 17
1760-2010. Il nuovo allestimento dell’area archeologica di Veleia a 250 anni dall’inizio degli scavi

Visita guidata virtuale a cura della dr.ssa Roberta Conversi. Viene proposto al pubblico un viaggio virtuale a Veleia, a meno di un mese dall'inaugurazione del nuovo allestimento realizzato in occasione dei 250 anni dall’inizio degli scavi nella cittadina romana

Info 0521.233718 (Roberta Conversi roberta.conversi@beniculturali.it )


FONTANELLATO (PR)
Chiesa di S. Benedetto
Località Priorato

sabato 24 aprile, ore 11
La Chiesa di San Benedetto di Priorato

Dichiarata inagibile nel 2002, dopo lunghi lavori di restauro viene inaugurata la Chiesa di S. Benedetto di Priorato. Gli scavi e le indagini archeologiche effettuate nella struttura che hanno messo in luce le fasi più antiche del complesso. I restauri sono stati diretti dall’arch. B. Zilocchi e sono stati finanziati sia con fondi dell’otto per mille che della Parrocchia e della Fondazione Cariparma. I risultati dei singoli lavori sono presentati dai responsabili ecclesiastici e delle Soprintendenza di settore Don Sergio Sacchi, Arch. B. Zilocchi, l'archeologa Manuela Catarsi, l'Arch. Luciano Serchia e il Dott. M. Giusto. L'iniziativa è promossa da Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna, Soprintendenza per i Beni Architettonici di Parma e Piacenza, Soprintendenza per i Beni Artistici e Storici di Parma e Piacenza, Curia Vescovile di Parma, Parrocchia di Fontanellato, Comune di Fontanellato e Fondazione Cariparma

Info 0521.233718 (Manuela Catarsi manuela.catarsi@beniculturali.it )

Provincia di Modena

MODENA
Museo Civico Archeologico Etnologico
Viale Vittorio Veneto n. 5

sabato 17 e domenica 18, sabato 24 e domenica 25 aprile, ore 15 e ore 17
Gli Etruschi e il mistero delle urne parlanti

Visita guidata animata rivolta a famiglie con bambini dagli 8 agli 11 anni. Un’esperienza ricca di suggestioni dove i bambini e le evocazioni di personaggi avvolti nelle tenebre del tempo sono i veri protagonisti

Info 059.2033100
Prenotazione obbligatoria 059.2033101 dal martedì al venerdì 9-12, sabato e domenica 10-13 e 15-18

CASTELNUOVO RANGONE (MO)
Parco archeologico e Museo all’aperto della Terramara di Montale
Montale Rangone, SS. 12 Nuova Estense

domenica 18 aprile, dalle 10 alle 13,30 e dalle 14,30 alle 19
La fusione del bronzo… e del cioccolato!

Dimostrazione di archeologia sperimentale e laboratorio per bambini. Gli antichi abitanti delle terramare certamente non conoscevano il cioccolato ma… eccezionalmente, mentre i metallurghi fondono il bronzo, gli artigiani della Dolcem di Modena fondono insieme ai bambini pugnali, spilloni e punte di freccia molto gustosi! Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura. In caso di maltempo l’evento sarà rinviato al 25 aprile

Info 059.2033100 - 059 532020 - www.parcomontale.it

Ricostruzione grafica dell'ambiente nella terramara del Montale

MODENA
Abbazia di San Pietro
Via San Pietro n. 7

domenica 25 aprile, dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 17.30
Visita agli scavi archeologici nel Cortile della Spezieria

Durante le attività di scavo effettuate nel 2009 dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia-Romagna nel Cortile della Spezieria dall'Abbazia di San Pietro a Modena sono venuti alla luce cospicui resti archeologici, pertinenti in particolare ad un lungo tratto delle probabili mura protocomunali della città, a un grande edificio facente parte del monastero nella sua configurazione del pieno medioevo e alla grande fontana che dava il nome al cortile. Le visite guidate sono promosse dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia-Romagna e dalla Parrocchia di San Pietro e sono condotte dagli archeologi Donato Labate e Alberto Monti

Info 059.214016 – 335.5432357 (Alberto Monti)

Provincia di Bologna

BOLOGNA
Museo Civico Archeologico, Sala del Risorgimento
Via de'Musei n. 8

venerdì 16 aprile, ore 17,30
Alla ricerca di Bologna antica e medievale. Da Felsina a Bononia negli scavi di via D’Azeglio

Presentazione del volume "Alla ricerca di Bologna antica e medievale. Da Felsina a Bononia negli scavi di via D’Azeglio", 25° della collana "Quaderni di Archeologia dell’Emilia Romagna", promossa dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia-Romagna ed edita da All'Insegna del Giglio s.a.s.
L'opera, curata da Renata Curina, Luigi Malnati, Claudio Negrelli e Laura Pini, sarà presentata dal Prof. Giuseppe Maria Della Fina, Direttore del Museo “Claudio Faina” di Orvieto.
La pubblicazione è dedicata ad uno scavo stratigrafico urbano effettuato negli anni 2006-2009 in concomitanza con la realizzazione di un parcheggio multipiano; la complessa stratigrafia individuata permette di ricostruire le fasi di crescita della città di Bologna, dall’epoca felsinea all’età medievale, fornendo nuovi spunti di ricerca e di approfondimento, soprattutto per i periodi più antichi. Resti di edifici etruschi, strutture pubbliche e strade di età romana, e impianti artigianali di tipo industriale medievali offrono un quadro organico e continuativo della frequentazione umana in uno specifico ed importante settore territoriale cittadino.
La pubblicazione del volume è stata finanziata da BOLOGNA PARK s.r.l. (COGEI costruzioni s.p.a., Montanari 1898, S.A.P.A.B.A. S.p.A., TREVI TreviGroup company)

in collaborazione con il Museo Civico Archeologico di Bologna
Info 051.2757211


Lo scavo di Via D'Azeglio, a Bologna, oggetto del 25° volume della collana "Quaderni di Archeologia dell'Emilia-Romagna"


BOLOGNA
Ritrovo all'entrata della Biblioteca della Sala Borsa
Piazza Nettuno n. 3

sabato 17 aprile, ore 16
Attorno al foro di Bononia. Gli scavi della basilica romana nella ex Sala Borsa

Visita guidata ai resti della basilica romana di Bononia, conservati nella più importante musealizzazione di monumenti antichi della città. L'appuntamento ruota attorno al tema "Bononia et Aemilia. La nascita di una città attorno alla grande strada consolare". Solo due anni dopo la fondazione della colonia di Bononia, il console M. Emilio Lepido fece costruire, nel 187 a.C., la grande arteria stradale Aemilia, che collegava il Mare Adriatico con il cuore della Pianura Padana. Attorno a questa strada nacquero nuove città o si svilupparono insediamenti già esistenti, come Bononia, e il flusso costante di uomini, merci, idee e culture pose le basi per la romanizzazione della grande pianura.
Partecipazione gratuita per un numero di massimo 30 partecipanti per ogni visita. Prenotazione obbligatoria tel. 348 1431230 (pomeriggio e sera). La visita guidata rientra nelle ArcheoloGITE Bolognesi 2010, iniziativa diffusa nel territorio della provincia di Bologna fino al 6 giugno.

in collaborazione con Associazione Culturale Didasco e Provincia di Bologna
Info e prenotazioni 348.1431230 - www.didasconline.it


MARZABOTTO
Museo Nazionale Etrusco "Pompeo Aria"
Via Porrettana Sud n. 13

sabato 17 aprile, ore 15,30
domenica 18 aprile, ore 10 e ore 15,30
sabato 24 aprile, ore 15,30
domenica 25 aprile, ore 10
Visite guidate al museo e all’area archeologica della città etrusca di Marzabotto

Cinque visite guidate per conoscere il museo e i resti strutturali dell’antica città di Marzabotto, un sito archeologico unico nel panorama dei centri abitati etruschi. A differenza di altre città etrusche -come ad esempio l’antica Felsina- qui l’abbandono del sito ha garantito la conservazione dell’impianto urbano nel suo disegno originale, cosa che ci consente ancora oggi di percorrere le antiche strade lungo le quali si snodano case di abitazione, aree artigianali ed edifici sacri. A margine della città sono inoltre presenti due necropoli e un’acropoli. Le visite guidate sono realizzate in collaborazione con il Dipartimento di Archeologia dell'Università degli Studi di Bologna

in collaborazione con Dipartimento di Archeologia dell’Università degli Studi di Bologna
Info 051.932353

Una suggestiva veduta della necropoli est della città etrusca di Marzabotto-Kainua
Una suggestiva veduta della necropoli est della città etrusca di Marzabotto-Kainua


BOLOGNA
Museo Civico Archeologico, Sala del Risorgimento
Via de'Musei n. 8

giovedì 22 aprile, ore 16,30
Gli etruschi e gli altri: i commerci nel Mediterraneo arcaico

Conferenza introduttiva di Stefano Santocchini Gerg, Dipartimento di Archeologia dell’Università di Bologna
L'incontro rientra nelle ArcheoloGITE Bolognesi 2010, iniziativa diffusa nel territorio della provincia di Bologna fino al 6 giugno

in collaborazione con Provincia di Bologna
Info 051.2757211 -
mca@comune.bologna.it


MONTERENZIO
Museo Archeologico "Luigi Fantini"
Via del Museo n. 2

domenica 25 aprile, alle ore 12
Toccare per vedere, toccare per conoscere

Inaugurazione della sezione tattile del museo degli Etruschi e dei Celti di Monterenzio (BO)

Info 051.929766 - museomonterenzio@yahoo.it

Provincia di Ferrara

FERRARA
Museo Archeologico Nazionale
Via XX Settembre n. 122

domenica 18 aprile, ore 11
Concerto di Xavier De Maistre, arpista dei Wiener Philarmoniker
Musiche di Debussy, Tarrega, Granados, De Falla

L'arpista Xavier de Maistre che si esibirà al Museo Archeologico Nazionale di Ferrara in occasione della XII Settimana della CulturaXavier de Maistre è un vero avvocato del suo strumento, conosciuto nell’ambiente musicale come l’artista che ha saputo liberare l'arpa dagli angusti spazi nei quali da sempre è stata confinata. Nel 1998 si è aggiudicato il primo premio e due premi speciali al prestigioso USA International Harp Competition di Bloomington. Nello stesso anno è stato chiamato a ricoprire il ruolo di arpista solista nella compagine dei Wiener Philharmoniker. Nel 2001, Xavier de Maistre è stato nominato Professore della Musik Hochschule di Amburgo e tiene regolarmente masterclasses presso la Julliard School di New York, la Toho University di Tokyo, il Conservatorio di Shanghai e il Trinity College di Londra. Dal 2008, de Maistre registra in esclusiva per Sony BMG International. Nel 2009 Xavier de Maistre è stato insignito del prestigioso Echo Klassik Deutscher Musikpreis 2009 come “Strumentista dell’anno”.
Oltre al concerto di domenica 18 aprile, il virtuoso arpista si esibirà sabato 17 aprile, alle ore 15, in un Master Class di Arpa presso il Conservatorio Musicale G.Frescobaldi.

a cura di Associazione Bal’danza in collaborazione con Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Emilia-Romagna e Conservatorio di Musica “G. Frescodaldi” di Ferrara
Per informazioni e iscrizioni 348.5432647  direzioneartistica@baldanza.eu


Cratere a figure rosse del Gruppo di Polign (Tomba 128) con raffigurazione di DionisoFERRARA
Museo Archeologico Nazionale
Via XX Settembre n. 122

sabato 17 e sabato 24 aprile, ore 16
Dioniso - Bacco a Ferrara in due tappe: da Spina a Bastianino

Due originali visite guidate alla scoperta dell'iconografia di Dioniso - Bacco. Partendo dai vasi di Spina esposti nel Museo Archeologico il percorso si completerà con le due visite guidate che si terranno il 18 e 25 aprile (ore 10.30) alla Pinacoteca Nazionale di Ferrara dove è esposto il celebre  dipinto del Bastianino
Altre tre visite guidate sul tema “Dioniso nei corredi di Spina e nella Ceramica attica“ sono in programma per venerdì 23 aprile alle ore 11.00 e nelle domeniche del 18 e 25 aprile alle ore 16.00 (a cura della Direzione del Museo e del Gruppo Archeologico Ferrarese)

in collaborazione con Gruppo Archeologico Ferrarese e Pinacoteca Nazionale di Ferrara
Info 0532.66299


FERRARA
Museo Archeologico Nazionale
Via XX Settembre n. 122

da sabato 17 a domenica 25 aprile, dalle 9 alle 14
Capolavori calpestati. Quando l'arte è sotto i piedi

I vasi etruschi incontrano i tombini contemporanei, la creta la ghisa, i reperti archeologici i prodotti dell’industria fondiaria. Succede al Museo Archeologico Nazionale di Ferrara, dove la Loggia del Cortile d'Onore ospita fino al 31 ottobre una mostra speciale di esemplari del Monhole Museum, diretto da Stefano Bottoni. Le opere in esposizione sono una settantina, tutte del XIX e XX secolo. Apre il percorso la ghisa della città di Stoccolma, risalente a questo millennio e recante un'immagine reale, scoperta il 24 marzo dall’ambasciatore svedese Anders Bjurner in occasione dell'inaugurazione della mostra. A seguire, i visitatori possono fare il giro del mondo, osservando le ghise recuperate in tutta Europa, dalla Spagna all’Ungheria, dalla Russia all’Austria. Opere d’arte – perché questo sono – posate su un piedistallo, che ne permette l’osservazione attenta e consente, soprattutto, di toccarle.
Nelle giornate del 17, 18, 24 e 25 aprile apertura straordinaria pomeridiana dalle 15.30 alle 18.30 (chiusura cancello 30 minuti prima

Per approfondimenti clicca qui - Info 0532.66299


FERRARA
Liceo Ariosto, atrio Bassani
Via Arianuova n. 19

giovedì 22 aprile, ore 11,40
Il Chiozzino di Ferrara. Scavo di un’area ai margini della città

Lo scavo archeologico realizzato dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia Romagna tra il novembre 1997 e il febbraio 1998,  in occasione della costruzione del Residence “Il Chiozzino”, ha confermato la destinazione d’uso di questa zona. Le indagini hanno infatti portato in luce un imponente scarico di ceramiche e scarti di lavorazione riferibili ad un’officina attiva attorno al XVII secolo. Accanto a questa testimonianza sono stati rinvenuti altri indizi che indicano la presenza di ulteriori attività, come la lavorazione dei metalli. L’esame dei documenti d’archivio ha consentito di individuare e conoscere con una certa precisione le officine ceramiche attive tra il XVII e il XIX secolo a Ferrara, periodo di decadenza e involuzione economica per la città.
L'archeologa Chiara Guarnieri, che ha diretto lo scavo, illustra gli esiti di un ritrovamento che ha consentito di addentrarci in un’epoca finora mai  oggetto, a Ferrara, di uno studio archeologico specifico. Una selezione dei materiali archeologici rinvenuti nello scavo è esposta presso il Residence “Il Chiozzino”

promosso da Arch'è, Associazione Culturale Nereo Alfieri, in collaborazione con Liceo "Ludovico Ariosto" di Ferrara
Per approfondimenti clicca qui

Provincia di Ravenna

RUSSI
Villa Romana
Via Fiumazzo

sabato 17 e domenica 18, sabato 24 e domenica 25 aprile, dalle 14,30 alle 18
Vivere in villa. Visite guidate al complesso archeologico di Russi

Duemila anni fa Ravenna sorgeva in riva al mare. Quando Augusto vi stanziò la flotta militare che doveva controllare la parte orientale del Mediterraneo, ricavò nelle lagune a sud-ovest della città un porto. Forse fu proprio la vendita delle eccedenze agricole (vino, grano, frutta) ai militari romani stanziati a Ravenna ad arricchire il proprietario della villa urbano-rustica di Russi. Di sicuro risale al periodo tra il I e il II sec. d.C. la completa ristrutturazione del complesso, che venne ampliato secondo un progetto architettonico unitario e abbellito con affreschi e pavimenti a mosaico.
La Pro Loco di Russi e i volontari del Gruppo Ravennate Archeologico organizzano una serie di visite guidate gratuite a questo imponente complesso rustico che mostra la tipica struttura della villa di campagna, suddivisa tra area padronale e parte produttiva, con cucina e magazzini, cui si aggiunge un impianto termale.

a cura di Associazione Pro Loco di Russi e Comune di Russi, in collaborazione con Gruppo Ravennate Archeologico
Info 0544.581357 (Villa Romana)


I suggestivi pavimenti musivi della villa di Russi


RAVENNA
Zona archeologica in Podere Chiavichetta, località Classe
Via Marabina n. 8

domenica 18 aprile, dalle 9,30 alle 15
Ecomaratona del parco del delta del Po

È inserita nell’ambito dei progetti per la valorizzazione del Parco del Delta del Po, questa iniziativa che comprende dalle 10 alle 15 una maratona a numero chiuso che, partendo da Milano Marittima, tocca Mirabilandia e varie zone della Pineta, attraversando anche l'area archeologica del porto di Classe. Prenotazione obbligatoria per la maratona al 335.7667618
Quasi in contemporanea (ore 9,30) si tiene una minimaratona, destinata ai bambini e aperta a tutti,  preceduta da visite guidate che illustrano la zona archeologica e la vita in epoca bizantina

promossa da Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna, Comune di Ravenna, Fondazione RavennAntica, Parks Romagna Trail, Polisportiva Ponte Nuovo e Associazione Scout Ravenna 2
Info 335.7887618 (Giovanni Tribalza, Parks Romagna Trail)

Una concorrente dell'ecomaratona che si è tenuta domenica 18 aprile


RAVENNA
Palazzo Arcivescovile
Piazza Arcivescovado n. 1

domenica 25 aprile, ore 16
Sette giorni per sette Restauri – Ravenna, Antico Episcopio

Visita guidata a cura dell'Arch. Emilio Agostinelli e dell'archeologa Maria Grazia Maioli al cantiere di restauro presso l’Antico Episcopio di Ravenna nell’ambito dell’iniziativa denominata “Sette giorni per sette Restauri” e articolata, appunto, in sette eventi. In cinque casi, consente ai fruitori di avvicinare le architetture a cantiere di restauro ancora in atto (seppur in fase avanzata), facendoli inusualmente accostare (in tutta sicurezza) a una materia ancora ‘polverosa’ che, nel suo svelarsi, provoca emozioni, curiosità e osservazioni. Funzionari della Soprintendenza, coadiuvati da altre figure, forniranno informazioni su motivazioni, metodiche degli interventi ecc. Negli altri due casi, riguardanti interventi recentemente conclusi, si delineeranno motivazioni storiche, critiche, e tecniche alla base di quanto effettuato. Del cantiere in atto presso l’Antico Episcopio si visiteranno alcuni delle parti più significative del piano terra, interne ed esterne, evidenziandone l’incredibile stratificazione storica, presentando in anteprima i recenti rinvenimenti, spiegando quanto sinora fatto alla luce dell’incontro tra esigenze conservative e tecniche, spingendo infine lo sguardo sui futuri e promettenti scenari.

promossa da Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Ravenna, Ferrara, Forlì-Cesena, Rimini, in collaborazione con Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna e l’Archidiocesi di Ravenna-Cervia
Info 0544.543711

Provincia di Forlì-Cesena

CESENA
Magazzino Archeologico di San Domenico
Piazza San Domenico

domenica 18 aprile, dalle 9 alle 12,30 e dalle 15 alle ore 17,30
Quando il magazzino non nasconde ma si mette in mostra

Visite guidate alle sale vetrine del Magazzino Archeologico di San Domenico, alla scoperta dell’arte ceramica lungo la strada del tempo. La visita sarà sopportata da illustrazioni didattiche sulla storia e l’archeologia della città di Cesena. L’apertura del Magazzino vuole essere una risposta alla convinzione comune che vede il patrimonio archeologico delle nostre città ammassato alla rinfusa, dimenticato e lasciato senza nessuna cura al degrado

a cura dell'Assessorato alla cultura Comune di Cesena e del Gruppo Archeologico Cesenate “Giorgio Albano”
Info 333.3495463 (Gruppo Archeologico Cesenate) - 0547.356327 (I.A.T. Cesena)


CESENA
Biblioteca Malatestiana, Sala Lignea
Piazza Bufalini n. 1

lunedì 19 aprile, dalle 17,15 alle 18,45
Archeologia a Cesena. Novità dagli scavi della Malatestiana. Da Roma a Bisanzio

Le iniziative promosse per la realizzazione della Grande Malatestiana includono un ciclo di incontri sui risultati degli scavi condotti in occasione dei lavori. Nel corso di questa relazione, l'archeologa Maria Grazia Maioli e il prof. Denis Capellini illustrano le fasi di passaggio dall’epoca romana al  Medioevo, comprendenti anche una necropoli bizantina

a cura di Istituzione Biblioteca Malatestiana, Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia Romagna e Comune di Cesena
Info 0547.610892 (Biblioteca Malatestiana)


SARSINA
Museo Archeologico Sarsinate
Via Cesio Sabino n. 39

sabato 24 aprile, ore 17
Parlar di Sarsina: Plauto in museo

Nel suggestivo scenario della sala V, dove si erge l'imponente mausoleo a cuspide piramidale di Rufo (altezza m 13,50) proveniente dalla nota necropoli romana di Pian di Bezzo, sabato 24 aprile, alle ore 17, verrà presentato il libro del prof. Renato Raffaelli dal titolo "Esercizi plautini".  Il volume raccoglie una serie di 'esercizi' plautini, suddivisi in tre parti. La prima è dedicata ai prologhi e prende in esame queste sezioni di testo a partire dalle particolari figure che li pronunziano (divinità, personaggio, Prologus), delineandone caratteristiche e tratti specifici. La seconda parte raccoglie esercizi di lettura. Di singole commedie, come l'Aulularia e i Captivi, esaminate, rispettivamente, seguendone la figura del protagonista e analizzandone le diverse manifestazioni del comico. O di singoli aspetti di singole commedie: come le agnizioni dell'Epidicus, il sogno del Mercator, l'episodio della parete forata del Miles, il racconto del naufragio della Rudens. Oppure di un singolo aspetto come il caso della presenza e dell'importanza del mare, studiate assieme al topos del 'naufragio felice'. La terza parte comprende alcune note piuttosto circoscritte. Le prime su problemi stilistici, testuali ed esegetici. Le ultime note riguardano la fortuna teatrale moderna di alcuni luoghi plautini.
L'evento, preceduto alle ore 15.30 da una visita guidata gratuita alle sale del Museo condotta da Maria Teresa Pellicioni (altre il 18 e 25 aprile alle h.16), ripropone la grandezza del più illustre cittadino sarsinate, Plauto, attraverso lo studio sapientemente condotto dall'Autore sui testi delle commedie, secondo la tradizione degli studi plautini da anni portati avanti dall'Istituto di Civiltà Antiche dell'Università di Urbino, dove insegna l'Autore stesso, presente all'evento insieme ai proff.ri Maurizio Bettini, Alessandro Barchiesi e Cesare Questa.
L'evocazione del celeberrimo commediografo latino, nato a Sarsina nel 268 a. C., unitamente ai resti archeologici conservati in museo, che coprono l' arco cronologico compreso tra il III sec.a.C. ed il III sec.d.C. , rendono tangibile la romanità di Sarsina ed il vanto e la fama di cui gode la cittadina.

in collaborazione con  Comune di Sarsina
Info 0547.94641 (Museo Archeologico Sarsinate)

Provincia di Rimini

RIMINI
Museo della Città
Via Tonini n. 1

mercoledì 21 aprile, ore 17
In anteprima per il Museo: il restauro dei mosaici

L’allestimento delle nuove sezioni del Museo della Città ha comportato il restauro di molti mosaici pavimentali. Partendo dalle vecchie foto di scavo, la conferenza illustra il loro stato attuale e le modalità di restauro che ne hanno permesso la futura esposizione. L'incontro è tenuto  dall’archeologa che ha diretto i lavori, dott.ssa Maria Grazia Maioli, e dalla restauratrice Paola Perpignani, della ditta PRP Restauro e Mosaici d’Arte di Ravenna

in collaborazione con Museo della Città di Rimini
Info 0541704421  (Museo della Città di Rimini)


RIMINI
Museo della Città
Via Tonini n. 1

venerdì 23 aprile, ore 17
Scavi al Borgo San Giovanni: le meraviglie di Palazzo Ghetti

L’archeologa Maria Grazia Maioli e Marcello Cartoceti, della Società AdArte, presentano in anteprima i rinvenimenti effettuati all’interno della nuova sede della Banca Malatestiana nello storico palazzo Ghetti, in Borgo San Giovanni, a due passi dall’Arco d’Augusto: dalle strutture dell’antico Borgo fino alla prima età romana, lo scavo ha portato in luce abbondantissimi materiali che restituiscono una nuova immagine della città al di fuori della cinta muraria

in collaborazione con Museo della Città di Rimini
Info 0541704421  (Museo della Città di Rimini)


26 aprile 2010
La Soprintendenza per i beni archeologici dell'Emilia-Romagna ringrazia gli oltre 5mila visitatori (per l'esattezza 5.027 solo nei nostri sette musei e zone archeologiche, a cui bisogna sommare le centinaia di persone che hanno partecipato alle iniziative organizzate in collaborazione con associazioni culturali ed enti locali) che dal 16 al 25 aprile hanno scelto di visitare i nostri musei, scavi e mostre, partecipando alle iniziative culturali che avevamo preparato per voi.
L'appuntamento è rinnovato per la primavera 2011, con la XIII° Settimana della Cultura


Pagina a cura di Carla Conti