CLATERNA: INAUGURAZIONE DELLA COPERTURA DELLA DOMUS DEI MOSAICI
inaugurazione
Home - Mostre e appuntamenti -  Archivio mostre  - Copertura domus
 

Veduta della nuova copertura della domus dei mosaici di Claterna (Ozzano dell'Emilia, località Maggio)Claterna inaugura la copertura della domus dei mosaici

sabato 18 settembre 2010, ore 10

Ozzano dell'Emilia, località Maggio (Bologna)
Via Emilia 482-484

Sabato 18 settembre alle ore 10, alla presenza delle Istituzioni che hanno lavorato per realizzare la prima tappa del progetto di valorizzazione della città romana di Claterna, sarà inaugurata la nuova copertura degli scavi archeologici che da cinque anni sono in corso nei campi della località Maggio di Ozzano dell’Emilia.
Questa significativo momento della storia dell’associazione Civitas Claterna corona la fattiva collaborazione avviata fra la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia Romagna, il Comune di Ozzano del’Emilia – Istituzione Anna Frank, la Provincia di Bologna e la Regione Emilia Romagna, con il sostegno di tutte le realtà pubbliche e private che da cinque appoggiano le attività dell’associazione stessa.
La struttura in legno e policarbonato è nata per proteggere le pavimentazioni emerse durante gli scavi della domus dei mosaici; la domus, abitazione di un ricco abitante della città antica, aveva un cortile interno attorno al quale si aprivano stanze decorate da pavimentazioni a mosaico e cocciopesto. La porzione di edificio attualmente visitabile ha già restituito importanti informazioni sulla sua storia, iniziata in età repubblicana cioè nel periodo in cui la città romana si era da poco formata lungo la via Emilia.
I lavori di restauro di pavimenti e murature e la realizzazione di una copertura stabile consentiranno d’ora in avanti l’apertura continuativa al pubblico di questa parte dell’area archeologica, primo segno duraturo del più ampio progetto che vuole riconsegnare a studiosi ed appassionati una significativa testimonianza della storia del Bolognese orientale.
Dopo millecinquecento anni, la città di Claterna, abbandonata nel V-VI secolo d.C. in seguito alla profonda crisi che interessò tutto l’Impero Romano d’Occidente, torna oggi a mostrare la sua forma ed il suo aspetto e rivela a tutti preziose informazioni utili a conoscere la grande vitalità di un’antica città e del suo territorio.

Saranno presenti:
Loretta Masotti, Sindaco del Comune di Ozzano dell’Emilia
Marco Pondrelli, Assessore a Patrimonio, Provveditorato, Sistemi Informativi e Sport della Provincia di Bologna
Elena Valerio, Assessore a Cultura, Turismo, Pari Opportunità e Politiche Giovanili del Comune di Ozzano dell’Emilia
Luigi Malnati, Soprintendente per i Beni Archeologici dell’Emilia Romagna
Paola Desantis, Direttore Archeologo della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia Romagna
Antonella Pomicetti, Responsabile del Laboratorio di Restauro della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia Romagna
Daniele Vacchi, Presidente dell’Associazione Culturale Civitas Claterna

L’inaugurazione sarà seguita da una visita guidata degli scavi a cura dell’associazione Civitas Claterna e del Gruppo Città di Claterna, accompagnata dalla lettura animata di testi antichi curata dall’associazione OTE Ozzano Teatro Ensemble.

Vi ricordiamo che in tutti i fine settimana dal 3 settembre al 31 ottobre, si tengono le visite guidate gratuite all'area archeologica (clicca qui per andare alla pagine dedicata)

Nata nel II secolo a.C. e abbandonata intorno al V-VI secolo d.C., Claterna ha rappresentato la principale realtà municipale, territoriale e amministrativa del Bolognese orientale fra Idice e Sillaro durante tutta l’età romana. Da cinque anni l’associazione Civitas Claterna, sotto la direzione scientifica della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna, sta portando avanti un’ampia serie di iniziative che da una parte hanno consentito l’avvio di un’indagine sistematica all’interno dell’area urbana, dall’altra permettono di portare il grande pubblico a diretto contatto con i risultati di tale indagine.
L’iniziativa di sabato 18 settembre si propone di presentare non solo l’impegno costante dispiegato nell’ambito della ricerca e della divulgazione, ma anche la volontà concreta delle Istituzioni e dei privati che sostengono l’associazione di consegnare all’intera comunità il patrimonio storico e culturale rappresentato dalla città romana.
In questo modo, l’inaugurazione della copertura dei pavimenti messi in luce nella domus dei mosaici si inserisce pienamente nel percorso iniziato nel 2006 con l’apertura della mostra “Museo della città romana di Claterna” al Palazzo della Cultura di Ozzano e indirizza le attività dell’associazione verso una fattiva valorizzazione dell’area archeologica.

Per informazioni: www.civitasclaterna.org 

Contatti: Roberta Michelini - 347 7597112

Associazione “Civitas Claterna”
L’Associazione “Civitas Claterna” è nata nel luglio 2005 dall’incontro tra il Comune di Ozzano dell’Emilia, IMA e il Gruppo Archeologico Città di Claterna, in collaborazione con il Ministero per i Beni Culturali ed Ambientali (Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna).
L’Associazione è presieduta da Daniele Vacchi ed è sostenuta principalmente dal Comune di Ozzano dell’Emilia e da IMA, con la sponsorizzazione società SUCINA (di cui fanno parte Coop. Ansaloni, Coop. CESI, Impresa Di Giansante, Impresa Raggi); sono soci sostenitori il Comune di Castel S. Pietro Terme e il Gruppo per la Valorizzazione dei Beni Culturali e Ambientali della Valle del Sillaro.
L’Associazione è stata ufficialmente presentata nell’ottobre 2005 dai rappresentanti delle realtà che la animano e la sostengono; sempre nell’ottobre 2005, è stata firmata una convenzione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna che ha garantito la direzione scientifica del progetto e l’apporto di professionalità archeologiche, conservative e divulgative.
L’Associazione ha ottenuto il riconoscimento della Regione Emilia-Romagna.
Le realtà che sostengono questo ambizioso progetto sono già numerose: il loro contributo è fondamentale per lo sviluppo e il successo delle attività promosse dall’Associazione. Da segnalare l’assiduo e fervente impegno del locale gruppo archeologico “Gruppo Città di Claterna”.
Il budget economico viene utilizzato per portare avanti campagne di scavo annuali, un’ampia attività didattica rivolta alle scuole del Bolognese orientale, conferenze e visite guidate destinate ad un vasto pubblico; inoltre, nel dicembre 2006 è stata inaugurata una mostra permanente ad Ozzano.

 

 
Promosso da:

Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia-Romagna, Associazione Sociale di Promozione Culturale Civitas Claterna, Comune di Ozzano del’Emilia – Istituzione Anna Frank, Provincia di Bologna e Regione Emilia Romagna
In collaborazione con IMA, Gruppo Città di Claterna, Città di Castel San Pietro Terme, Gruppo per la valorizzazione dei beni culturali e ambientali della Valle del Sillaro, Società SUCINA (Coop. Ansaloni, Coop. CESI, Impresa Di Giansante, Impresa Raggi)

Quando: sabato 18 settembre, alle ore 10
Ingresso: gratuito
Città: Ozzano dell'Emilia
Luogo: ritrovo in località Maggio
Indirizzo: Via Emilia 482-484
Provincia: Bologna
Regione: Emilia-Romagna
Per informazioni: Associazione Civitas Claterna
Tel.: 347.7597112
Website: www.civitasclaterna.org