Gli scavi archeologici nella Chiesa di San Giorgio Martire a Roncolo di Quattro Castella (RE)

Home - Scavi/Valorizzazione - Chiesa di San Giorgio Martire (scavo 2009)

Nel corso delle indagini archeologiche realizzate tra i mesi di luglio ed agosto 2009, sono state individuate le murature appartenenti all’antica chiesa di San Giorgio Martire.
Rispetto all’attuale edificio, la vecchia chiesa si sviluppava a nord anche se presentava lo stesso orientamento.
Sono stati messi in luce il perimetrale sud della chiesa (fase I, colore arancio), parte dell’abside e del basamento dell’altare (fase II, colore giallo), e una parte di muratura pertinente ad una cappella laterale (fase III, colore verde).
La restante parte dell’antica chiesa non è stata scavata e si conserva al di sotto delle murature dell’attuale canonica.
Tra i reperti rinvenuti e degni di nota ci sono alcune monete medievali e rinascimentali e un piatto in ceramica invetriata e graffita della prima metà del ‘500.
Le indagini sono state promosse dalla Parrocchia di San Giorgio Martire, sotto la Direzione Scientifica della Dott.ssa Renata Curina della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia Romagna.
Lo scavo è stato realizzato dalla Dott.ssa Tatiana Scarin per Aran Progetti s.r.l.

Note storiche sulla Chiesa di San Giorgio Martire
Il primo documento che cita la “Cappellam Sancti Georgi” di Fano (come era anticamente chiamata la località di Roncolo) è datato al 1082: si tratta di un atto di donazione del Vescovo Eriberto a favore del Monastero di Canossa.
Nel 1144 risulta essere dipendente dalla Pieve di Cavilliano (San Polo), mentre nel 1318 la troviamo inserita nel plebanato di Bibbiano.
A metà del ‘500 la chiesa si trovava in pessimo stato di conservazione tanto che durante la sua visita pastorale il  Cardinale Cervini la dichiara come “minatur ruinam. .. et ceteri indigent reparatione alioquin ruent” (minaccia rovina... altri necessitano di restauro altrimenti crollano).
La visita pastorale del Vescovo Mariliani del 1664 viene corredata da una pianta che ne riporta le fattezze e il suo Cancelliere la descrive come “esigua et paupere aedicula partim scandulata partim satis fornicata” (piccola e con una mediocre edicola in parte realizzata con assicelle e in parte voltata).
L’inventario fatto nel 1672 dal Rettore Giovanni Bianchi riferisce anche le dimensioni dell’antica chiesa: misurava 17 braccia di lunghezza e 8 braccia di larghezza (un braccio corrisponde a circa 64 cm). La chiesa antica rimase in uso fino al XVIII secolo quando il Canonico Prospero Scaruffi, con sua cura e spese, ne fece costruire una nuova dalle fondamenta (era il 1732).


Settore nord-est: paramento sud dell’abside medievale


Torre campanaria: il basamento dell’altare

 

In collaborazione con
Diocesi di Reggio Emilia Guastalla, Ufficio Beni Culturali
Parrocchia di San Giorgio Martire
Comune di Quattro Castella, Assessorato cultura

Per informazioni: Biblioteca Comunale di Quattro Castella, Tel. 0522.24932 - biblioteca@comune.quattro-castella.re.it

 

Domenica 11 ottobre 2009, dalle ore 11 alle 17, si sono svolte alcune visite guidate agli scavi archeologici nella Chiesa di San Giorgio Martire. Visto l'enorme successo di pubblico e l'impossibilità di accontentare tutte le persone che desideravano accedere agli scavi, il Comune di Quattro Castella, in accordo con la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia-Romagna, la Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla e la Parrocchia di San Giorgio Martire, e grazie alla disponibilità della dott.ssa Tatiana Scarin, ha deciso di replicare le visite guidate anche domenica 18 ottobre 2009, riservando l'accesso alle persone escluse la domenica precedente. Restano ferme le modalità di accesso agli scavi che possono avvenire solo in forma guidata per gruppi di 10 persone al massimo. 
Quattro Castella (RE), località Roncolo
info: Biblioteca Comunale di Quattro Castella, Tel. 0522.24932 - biblioteca@comune.quattro-castella.re.it