A CINQUE ANNI DAL SISMA
Dalla Commissione Congiunta al progetto: il ruolo delle istituzioni nel processo di ricostruzione
convegni a Reggiolo, Finale Emilia, Crevalcore e Cento
Home - Mostre e appuntamenti - Mostre ed eventi in corso  - il 20, 23, 25, 29 maggio 2017

 

Ciclo di conferenze promosse dal Gruppo Archeologico Bolognese La ricostruzione a 5 anni dal sisma

Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara, in collaborazione con Regione Emilia-Romagna, Agenzia Regionale per la Ricostruzione e Servizio geologico-sismico e dei suoli, Ordini degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Bologna, Modena, Reggio Emilia e Ferrara, Ordini degli ingegneri di Bologna, Modena, Reggio Emilia e Ferrara

Quattro convegni per fare il punto sulla ricostruzione degli edifici tutelati a cinque anni dal terremoto in Emilia-Romagna

A CINQUE ANNI DAL SISMA
Dalla Commissione Congiunta al progetto: il ruolo delle istituzioni nel processo di ricostruzione

La Torre dei Modenesi a Finale Emilia, uno dei simboli del sisma 2012

20 maggio 2017 – Reggiolo (RE)
23 maggio 2017 – Finale Emilia (MO)
25 maggio 2017 – Crevalcore (BO)
29 maggio 2017 – Cento (FE)

scarica il programma - scarica la locandina

20 e 29 maggio 2012, la terra trema in Emilia-Romagna, due forti scosse di terremoto, unite a un terribile sciame sismico, portano lutti, macerie e rovine. Dramma nel dramma, le centinaia di beni tutelati presenti nell'area colpita, danneggiati dal terremoto: chiese, palazzi, edifici storici e culturali di ogni genere presentano lesioni di varia entità, crolli totali o parziali. Per gli organi territoriali del Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo una sfida tremenda e una mole straordinaria di lavoro da svolgere.
A cinque anni esatti dalla prima scossa, la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara fa il punto sulla ricostruzione in quattro convegni organizzati in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna e gli ordini professionali di Architetti e Ingegneri delle province emiliane interessate.
Gli incontri mirano a informare professionisti e pubblico sul lungo percorso di valutazione, guida e supporto che la Commissione Congiunta per l'esame dei progetti degli edifici sottoposti alla tutela del D.Lgs. 42/2004 e smi  (con vincolo esplicito o “de iure”) ha svolto in questi cinque anni, da quando la Regione Emilia-Romagna ha approvato il Programma di Ricostruzione.
Anche per questo si è deciso di dislocare i convegni in quattro diverse sedi, in modo da raggiungere tutte le province incluse nel cratere del sisma del 2012, oggi di competenza della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio con sede a Bologna: il 20 maggio a Reggiolo (RE), il 23 maggio a Finale Emilia (MO), il 25 maggio a Crevalcore (BO) e il 29 maggio a Cento (FE).
In ogni convegno sarà per prima cosa illustrato il ruolo della Commissione Congiunta (organo di valutazione istituito all'indomani del sisma, formato da tecnici del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, della Struttura tecnica del commissario delegato e del Servizio geologico-sismico e dei suoli della Regione Emilia-Romagna) e una sintesi dell’attività generale di coordinamento tra gli enti preposti all’autorizzazione ai lavori e alla approvazione della congruità sismica e finanziaria degli interventi. Seguirà poi la presentazione di casi di particolare interesse afferenti il territorio provinciale oggetto del convegno, con la descrizione del progetto e degli aspetti che più hanno interessato il lavoro della Commissione in un dialogo tra i professionisti e i funzionari istruttori della Soprintendenza e della Regione Emilia-Romagna.

La partecipazione dà diritto al riconoscimento di crediti formativi professionali come segue: 4 CFP per gli Architetti registrazione in loco il giorno del convegno, 3 CFP per gli Ingegneri registrazione obbligatoria sul sito https://www.iscrizioneformazione.it 
Per il riconoscimento dei CFP è richiesta la partecipazione all’intero evento formativo. Per qualsiasi informazione rivolgersi al proprio Ordine Professionale

Sabato 20 maggio 2017, ore 14
Saloni di Villa De Moll, via Guastalla n. 114, località Brugneto, a Reggiolo (RE)

Introducono
il Sindaco di Reggiolo, arch. Roberto Angeli
la Dott.ssa Palma Costi, Assessore alle attività produttive, piano energetico, economia verde e ricostruzione post-sisma Regione Emilia-Romagna
l'Arch. Keoma Ambrogio, coordinatore area sisma della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
l'Arch. Antonino Libro, coordinatore responsabile ricostruzione post sisma degli immobili sottoposti a tutela – Agenzia Regionale per la Ricostruzione Emilia-Romagna
l'Ing. Davide Parisi, coordinatore per le attività connesse al rilascio dei pareri di congruità per gli interventi di ricostruzione pubblica – Agenzia Regionale per la Ricostruzione Emilia-Romagna
l'Ing. Carlo Rossi, Presidente dell'Ordine degli Ingegneri di Reggio Emilia

Palazzo Sartoretti a Reggiolo: il recupero del palazzo storico come sede comunale
Relatori:
Arch. Valentina Oliverio, Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
Ing. Andrea Bucchi, Regione Emilia-Romagna
Arch. Domizio Aldrovandi, Responsabile Unico del Procedimento del Comune di Reggiolo
Arch. Moreno Orazi e Ing. Moreno Marziani, progettisti opere architettoniche e strutturali, progetto preliminare

Santa Maria Assunta (particolare) a Reggiolo
Reggiolo (RE), Santa Maria Assunta

Chiesa di Santa Maria Assunta a Reggiolo
Relatori:
Arch. Valentina Oliverio, Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
Ing. Alessandro Amadori, Regione Emilia-Romagna
Arch. Mauro Pifferi, Responsabile Unico del Procedimento della Curia di Reggio Emilia-Guastalla
Ing. Luca Speroncini, progettista opere strutturali, progetto preliminare
Arch. Ilaria Gasparini, progettista opere architettoniche, progetto esecutivo

Conclusioni e domande

Martedì 23 maggio 2017, ore 14
Sala Consiliare MAF Multi Area Finalese, via della Rinascita n. 6 a Finale Emilia (MO)

Introducono
il Sindaco di Finale Emilia, Sandro Palazzi
L'Arch. Keoma Ambrogio, coordinatore area sisma della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
l'Arch. Antonino Libro, coordinatore responsabile ricostruzione post sisma degli immobili sottoposti a tutela – Agenzia Regionale per la Ricostruzione Emilia-Romagna
l'Ing. Davide Parisi, coordinatore per le attività connesse al rilascio dei pareri di congruità per gli interventi di ricostruzione pubblica – Agenzia Regionale per la Ricostruzione Emilia-Romagna
l'Ing. Augusto Gambuzzi, Presidente dell'Ordine degli Ingegneri di Modena

Liceo Carlo Sigonio di Modena: progetto di restauro, riparazione dei danni, miglioramento sismico e rifunzionalizzazione
Relatori:
Arch. Leonardo Marinelli, Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
Ing. Alessandro Amadori, Regione Emilia-Romagna
Arch. Lucio Fontana, Comune di Modena, progettista

Chiesa di San Biagio in Padule a San Felice sul Panaro
Relatori:
Arch. Francesca Tomba, Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
Arch. Matteo Carobbi, Regione Emilia-Romagna
Ing. Arch. Michela Goldoni, Responsabile Unico del Procedimento
Arch. Bruno Gori, Responsabile del Progetto/Progettista Architettonico
Ing. Andrea Giannantoni, Progettista Strutturale
Prof. Riccardo Dalla Negra, consulente

La Chiesa di San Biagio In Padule a San Felice sul Panaro (foto di Paolo Campagnoli)
La Chiesa di San Biagio In Padule a San Felice sul Panaro (foto di Paolo Campagnoli)

Il palazzo Municipale di Mirandola: un percorso di conoscenza per la conservazione
Relatori:
Arch. Emanuela Storchi, Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
Arch. Alberto Borghesi, Regione Emilia-Romagna
Geom. Aurelio Borsari, Comune di Mirandola
Prof. Claudio Galli, progettista

Conclusioni e domande

Giovedì 25 maggio 2017, ore 14
Sala Consiliare Ilaria Alpi, via Persicetana n. 226 a Crevalcore (BO)

Introducono
il Sindaco di Crevalcore, Senatore Claudio Broglia
l'Arch. Keoma Ambrogio, coordinatore area sisma della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
l'Arch. Antonino Libro, coordinatore responsabile ricostruzione post sisma degli immobili sottoposti a tutela – Agenzia Regionale per la Ricostruzione Emilia-Romagna
l'Ing. Davide Parisi , coordinatore per le attività connesse al rilascio dei pareri di congruità per gli interventi di ricostruzione pubblica – Agenzia Regionale per la Ricostruzione Emilia-Romagna

La ricostruzione della cupola della Chiesa Collegiata di Santa Maria Maggiore a Pieve di Cento
Relatori:
Arch. Leonardo Marinelli, Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
Arch. Matteo Carobbi, Regione Emilia-Romagna
Prof. Ing. Raffaele Poluzzi, progettista opere strutturali

Chiesa Collegiata di Santa Maria Maggiore a Pieve di Cento (foto Ansa)
Le macerie della cupola della Chiesa Collegiata di Santa Maria Maggiore a Pieve di Cento (foto Ansa)

Interventi di restauro e di ricostruzione delle volte "in foglio" della chiesa di San Silvestro di Crevalcore
Relatori:
Arch. Leonardo Marinelli, Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
Ing. Andrea Bucchi, Regione Emilia-Romagna
Ing. Carlo Lippo, progettista strutturale

La Torre della Specola - Il miglioramento sismico della torre settecentesca di Bologna
Relatori:
Arch. Paola Zigarella, Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
Ing. Alessandro Amadori, Regione Emilia-Romagna
Arch. Gerardo Mastropaolo, Responsabile Unico del Procedimento

Conclusioni e domande

Lunedì 29 maggio 2017, ore 14
Sala F. Zarri del Palazzo del Governatore, Piazza Guercino n. 39 a Cento (FE)

Introducono
il Sindaco di Cento, Fabrizio Toselli
l'Arch. Keoma Ambrogio, coordinatore area sisma della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
l'Arch. Antonino Libro, coordinatore responsabile ricostruzione post sisma degli immobili sottoposti a tutela – Agenzia Regionale per la Ricostruzione Emilia-Romagna
l'Ing. Davide Parisi, coordinatore per le attività connesse al rilascio dei pareri di congruità per gli interventi di ricostruzione pubblica – Agenzia Regionale per la Ricostruzione Emilia-Romagna

Collegiata di S. Biagio a Cento. Lavori di ripristino con miglioramento sismico
Relatori:
Arch. Gabriele Pivari, Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
Ing. Andrea Bucchi, Regione Emilia-Romagna
Ing. Fabio Cristalli, Responsabile Unico del Procedimento
Arch. Alberto Ferraresi e Ing. Alessandro Strozzi, progettisti

Rocca Possente di Stellata di Bondeno
Relatori:
Arch. Maria Luisa Laddago, Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
Arch. Alberto Borghesi, Regione Emilia-Romagna
Ing. Maria Orlandini, Comune di Bondeno
Arch. Vincenzo Vandelli e Ing. Giorgio Serafini, progettisti

La Rocca Possente di Stellata di Bondeno
La Rocca Possente di Stellata di Bondeno

Chiesa della Madonnina di Ferrara
Relatori:
Arch. Keoma Ambrogio, Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
Arch. Matteo Carobbi,  Regione Emilia-Romagna
Arch. Raffaela Vitale, Comune di Ferrara
Ing. Alberto Alberti, progettista strutturale

Conclusioni e domande

I convegni sono promossi dalla Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara, in collaborazione con Regione Emilia-Romagna, Agenzia Regionale per la Ricostruzione e Servizio geologico-sismico e dei suoli, Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Bologna, Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Modena, Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Reggio Emilia, Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Ferrara, Ordine degli Ingegneri di Bologna, Ordine degli Ingegneri di Modena, Ordine degli Ingegneri di Reggio Emilia e Ordine degli Ingegneri di Ferrara.
Si ringraziano per la cortese ospitalità i Comuni di Reggiolo, Finale Emilia, Crevalcore e Cento