PAESAGGIO ED ECONOMIA NELL'ETÀ DEL BRONZO:
LA PIANURA BOLOGNESE TRA SAMOGGIA E PANARO
presentazione volume
Home - Mostre e appuntamenti - Archivio mostre - Volume

Iniziativa collegata alla Settimana della Preistoria organizzata da Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria, Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia-Romagna, Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna, Museo Civico Archeologico Etnologico di Modena, Museo Civico Archeologico di Bologna, Musei Civici di Reggio Emilia

Sabato 23 ottobre è stato inaugurato a Sant'Agata Bolognese il nuovo polo espositivo del Museo Archeologico Ambientale con sede in Via Terragli a Ponente presso l'ex "casa Pollicina"; con l'occasione è stata allestita una piccola esposizione dedicata ai "Materiali dell'età del Bronzo dalla pianura bolognese tra Samoggia e Panaro".
Il nuovo polo di Sant'Agata Bolognese  è il primo passo verso la realizzazione di una vera e propria "rete territoriale" dei Comuni di Terred'Acqua. Grazie al contributo stanziato dalla Legge Regionale 18/2000, concesso dall'Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna, si sta creando un autentico modello di "cooperazione archeologica e ambientale" nel quale operano in sinergia il Comune di Sant'Agata Bolognese e la Provincia di Bologna, in stretta collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia-Romagna e il Dipartimento di Archeologia dell'Università degli Studi di Bologna.
La stretta collaborazione tra questi due ultimi enti e il Museo Archeologico Ambientale di San Giovanni in Persiceto (a cui fa capo la neonata sezione di Sant'Agata Bolognese) ha portato alla pubblicazione del volume "Paesaggio ed economia nell'età del Bronzo: la pianura bolognese tra Samoggia e Panaro" che riassume i più recenti e importanti studi relativi all'età del Bronzo effettuati nell'area compresa fra il corso dei fiumi Samoggia e il Panaro, che costituiscono il nucleo espositivo del nuovo polo di Sant'Agata Bolognese.
Il volume, curato da Maurizio Cattani, Marco Marchesini e Silvia Marvelli, oltre a presentare il paesaggio e l'economia dell'età del Bronzo in quest'area, mostra un quadro ricco e articolato ancorché bisognoso di ulteriori accertamenti, ricerche e analisi adeguate, realizzate secondo i livelli scientifici attuali. Lo si può dunque considerare un punto di partenza per future indagini stratigrafiche, accertamenti geoarcheologici sulle forme fluviali antiche, revisioni complete di reperti e siti archeologici la cui caratteristica costante è l'enorme quantità di dati.
La pubblicazione prende in esame alcuni siti del bolognese e mostra le caratteristiche del popolamento nell'Emilia orientale; analizzando le caratteristiche strutturali e paleoambientali, consente inoltre di proseguire le ricerche e ampliare la documentazione su un'area problematica per il riconoscimento dei modelli culturali e delle strategie insediamentali.
I contributi su Montirone di Sant'Agata Bolognese, Zenerigolo di San Giovanni in Persiceto e Crocetta di Sant'Agata Bolognese offrono un quadro esaustivo degli abitati dell'età del Bronzo; a ciò va aggiunta la scheda sul sito di Rastellino, che ha permesso di recuperare una cronologia più estesa rispetto a quanto considerato recentemente, più una serie di contributi di sintesi sul contesto cronologico, culturale e paleoambientale. Completano il quadro archeologico la ricerca sulle faune, che permette una prima ricostruzione delle forme di allevamento, e quella sui dati archeobotanici, che fornisce uno spaccato approfondito sull'ambiente che interessava e condizionava le scelte degli abitanti dell'età del Bronzo.
La pubblicazione di questo volume vuole testimonia e racchiude il lavoro dei tanti studiosi, volontari e appassionati di archeologia che hanno contribuito a realizzarlo, documentando e recuperando le antiche persistenze riferibili all'età del Bronzo in questo territorio già dalla fine dell'Ottocento.

Per informazioni sul volume "Paesaggio ed economia nell'età del Bronzo: la pianura bolognese tra Samoggia e Panaro"
e sugli orari  di apertura del Museo Archeologico Ambientale a Sant'Agata Bolognese
rivolgersi a:
Museo Archeologico Ambientale
Porta Garibaldi, Corso Italia n. 163
40017 San Giovanni in Persiceto (BO)
tel. 051 6871757   -   fax 051 823305
e-mail: maa@caa.it
sito internet: www.museoarcheologicoambientale.it
Direttrice dott.ssa Silvia Marvelli

Promosso da:

Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia-Romagna, IBC Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna, Provincia di Bologna, Comune di Sant'Agata Bolognese, Museo Archeologico Ambientale di San Giovanni in Persiceto, Università degli Studi di Bologna e Associazione Centro Agricoltura Ambiente

Città: Sant'Agata Bolognese
Luogo: Sala del Consiglio Comunale, in Via Marconi 10 presso Porta Otesia (presentazione volume)
Museo Archeologico Ambientale in Via Terragli a Ponente (nuova sede espositiva)
   
Provincia: Bologna
Quando: sabato 23 ottobre 2010
ore 15 presentazione volume
ore 17 inaugurazione nuova sede espositiva
   
Regione: Emilia-Romagna
Info: Segreteria Museo Archeologico Ambientale
Telefono: 051.6871757
Fax: 051.823305
E-mail: maa@caa.it
Website: www.museoarcheologicoambientale.it

editing Carla Conti