INCONTRI DI ARCHEOLOGIA
al Museo Archeologico Nazionale di Parma
in collaborazione con Archeoclub di Parma
Home - Mostre e appuntamenti - Archivio mostre - stagione 2008-2009

Continua e si rafforza la collaborazione tra il Museo Archeologico Nazionale e l'Archeoclub di Parma che propongono anche quest'anno una serie di incontri con specialisti nelle varie discipline della ricerca archeologica, pensati per i soci dell’Associazione ma aperti anche al pubblico. Tutti gli incontri si svolgono nella Sala conferenze del Museo Archeologico Nazionale di Parma.
Ecco i prossimi appuntamenti della stagione 2008-2009

Tutte le iniziative sono gratuite

Mercoledì 29 ottobre 2008, ore 17 (scaduto)
La fruizione dei sarcofagi tardoantichi
conferenza del Dott. Michele Dall’Aglio

La conferenza abbraccia le tematiche relative ai cicli scultorei mitologici più usati tra III e IV secolo d. C. e alle loro implicazioni psicologiche e interpretative sul pubblico dell'epoca diviso tra paganesimo e il primo cristianesimo.
Dei sarcofagi si sono sempre studiati soltanto gli aspetti legati alle tipologie, quelli stilistici delle figurazioni e i loro argomenti. Raramente si è trattata la loro fruizione da parte del pubblico. Perché si sceglieva un sarcofago come ultima sede terrena delle spoglie proprie o di un parente, per quali motivi si preferiva un determinato tema figurato, l’ubicazione e la visibilità del sarcofago sono fattori trascurati. L’inumazione era sempre stata praticata soprattutto dall’aristocrazia, ma la moda dei sarcofagi marmorei con fregi figurati nacque in età adrianea (II sec. d. C.), come forma di sepoltura sfarzosa sia per la classe dirigente, che per quella benestante. Ciò coincise con l’affermazione dell’inumazione rispetto all’incinerazione. Su questo passaggio di forme sepolcrali si è assai discusso, sottolineando l’incidenza dei riti orientali e le mutata religiosità ed escatologia.
Tale passaggio è anche un fenomeno suntuario e, per le immagini, anche ad un modo di trattare la vita e la morte. Queste sono state scolpite per essere guardate attentamente, eppure i sarcofagi non erano posti lungo le strade, ma in tombe familiari. Sono perciò espressione di una differente funzione tombale, divenendo anche un monumento per pochi. Bisogna interrogarsi sullo scopo delle immagini nella vita dell’epoca, ricostruendo la situazione presso la tomba e la psicologia dell’osservatore.

Mercoledì 12 novembre 2008, ore 17 (scaduto)
Il lungo cammino dell’uomo tra biologia e cultura
conferenza della Dott.ssa Maria Grazia Bulgarelli

La dott.ssa Bulgarelli, funzionaria del Museo Etnografico Luigi Pigorini di Roma, illustra lo stato delle attuali conoscenze sull’evoluzione umana, in relazioni ai primi stadi evolutivi. L’incontro sul tema “Il lungo cammino dell’uomo tra biologia e cultura” tenterà di stimolare riflessioni sulla nostra storia evolutiva, mettendo in evidenza i cambiamenti intervenuti nell’aspetto fisico, le scelte strategiche per la sussistenza e i comportamenti assunti dal genere Homo nel corso degli ultimi 2 milioni di anni.
Sarà sottolineata la loro relazione con gli aspetti culturali, rappresentati dalle soluzioni tecnologie messe a punto per la produzione degli strumenti, dalla domesticazione del fuoco e dalle manifestazioni collegate alla sfera cognitiva. Queste ultime sono documentate principalmente dall’attenzione verso i defunti e dalla comunicazione simbolica quale ad esempio la produzione artistica.

Mercoledì 17 dicembre 2008, ore 17
Comunicare l’archeologia. Novità al Museo Archeologico Nazionale di Parma
conferenza delle Dott.sse Maria Bernabò Brea e Roberta Conversi

La dott.ssa Maria Bernabò Brea, direttrice del Museo Archeologico Nazionale di Parma, conduce una visita guidata al nuovo allestimento della sezione preistorica, dove è possibile ammirare la statuetta ritrovata in una tomba neolitica a Vicofertile (PR).
La dott.ssa Roberta Conversi illustrerà il progetto espositivo di una collezione privata di oltre 400 scarabei sigillo egizi, che sarà esposta nella sezione egizia del museo, a seguito della loro cessione in comodato da parte della Fondazione Cassa di Risparmio di Parma.

 

 

 

La collaborazione tra il Museo Archeologico Nazionale e la sezione Archeoclub di Parma si è rafforzata e consolidata. Negli ultimi due anni è stato anche istituito un tirocinio estivo rivolto a giovani delle scuole superiori e dell’Università per lo studio della ceramica. Continua l’annuale programmazione di incontri a scadenza mensile presso il Museo. In questi incontri i professionisti che operano nella ricerca e nella tutela archeologica anticipano ad un pubblico di cultori della materia i primi dati sui più recenti ritrovamenti archeologici effettuati a Parma e nel Parmense e su esperienze di campagne di scavo all’estero, su mostre di interesse archeologico o su itinerari di turismo archeologico.
L’iniziativa si inserisce nella programmazione delle attività di life long learning, rivolte al pubblico adulto, che vedono il museo come luogo di apprendimento ed aggiornamento continuo.

Promosso da:

Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia-Romagna, Museo Archeologico Nazionale di Parma, e Archeoclub di Parma

Città: Parma
Luogo: Sala Conferenze del Museo Archeologico Nazionale
Indirizzo: Palazzo della Pilotta n. 15
Provincia: Parma
Regione: Emilia-Romagna
Curatore: Roberta Conversi, Servizio Educativo M.A.N. Parma
Telefono: 0521.233718
Fax: 0521.386112
E-mail: Roberta Conversi

editing Carla Conti