Il risveglio di un'antica città: Claterna

conferenza pubblica di Roberta Michelini e Claudio Negrelli
 

 

Il territorio di Ozzano dell’Emilia cela una delle più interessanti realtà archeologiche della regione. Ai due lati della via Emilia, nell’area compresa tra l’abitato di Maggio e il torrente Quaderna, si stendono i resti di un’antica città romana, Claterna.
Con questa conferenza gli archeologi intendono portare all’attenzione del pubblico le affascinanti problematiche archeologiche emerse dopo la ripresa degli scavi nel sito archeologico dell’antica città di Claterna.
L'appuntamento è per martedì 21 marzo, alle ore 21, al Centro Sociale G. Costa, Via Azzo Gardino n. 48 a Bologna

Interverranno
Elena Rossi, Presidentessa del Gruppo Archeologico Bolognese
Paola Desantis, Archeologa della Soprintendenza Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna
Daniele Vacchi, Presidente dell’Associazione Civitas Claterna


Pedina da gioco in osso lavorato recante il numerale 4

Claterna era il nome della città romana situata sulla via Emilia fra le colonie di Bologna (Bononia), ad ovest, e Imola (Forum Corneli), ad est. Città di medie dimensioni, visse fra la prima metà del II secolo a.C. ed il V secolo d.C., durante tutto il periodo della colonizzazione romana in questa parte della regione. A partire dal 1891 varie campagne di scavo sono state condotte nel suolo del centro urbano antico, uno dei pochi della regione a non aver avuto continuità abitativa dall’antichità ad oggi. Questi scavi -poi ricoperti per preservarne l’integrità- hanno esplorato piccole porzioni della città antica, mettendo in luce strade, case (domus) con pavimentazioni a mosaico e cocciopesto, altri edifici di funzione più incerta e, naturalmente, una grandissima quantità di materiale mobile, ceramiche, monete, svariati oggetti in metallo ed osso lavorato, frammenti architettonici decorati in pietra, vasetti di vetro, ecc.
Nel novembre 2005 è ripresa la campagna di scavo archeologico sul sito grazie alla nascita dell’associazione “Civitas Claterna” che coniuga le potenzialità operative di realtà diverse del territorio ozzanese quali il Comune di Ozzano, la ditta IMA e il gruppo archeologico “Città di Claterna”, con il coordinamento scientifico della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna.

Promosso da: Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia-Romagna in collaborazione con il Gruppo Archeologico Bolognese e l'Associazione "Civitas Claterna"
Quando: martedì 21 marzo 2006,  alle ore 21
Costo biglietto: gratuito
Città: Bologna
Luogo: Centro Sociale G. Costa
Indirizzo: Via Azzo Gardino n. 48
Provincia: Bologna
Regione: Emilia-Romagna
Informazioni: 347.7597112
   
   

Pagina a cura di Carla Conti