Lugo (RA)
Gli scavi archeologici nel centro storico e il progetto di riqualificazione delle piazze
Home- Scavi/Valorizzazione - Lugo

Tra il 1998 e il 2009 il centro storico di Lugo è stato oggetto di una serie di scavi archeologici. Tra questi, sono risultati di particolare interesse quelli che hanno dato luogo a scoperte dei resti della cittadella estense, posto che anche gli altri,  realizzati nelle vicinanze ma che non hanno portato in luce porzioni della cittadella bensì situazioni differenti (come quello di via Magnapassi), sono comunque allo studio dell'archeologa responsabile delle indagini, dott.ssa Chiara Guarnieri.
Il primo intervento nell'area del Pavaglione risale al 1998; in quell'occasione iniziò una proficua collaborazione con l’Amministrazione comunale di Lugo, collaborazione continuata fino all'intervento in piazza Baracca nel 2009 e ancora in corso.
Il “Progetto di riqualificazione del sistema delle piazze del Nucleo Storico di Lugo” è stata l’occasione che ha consentito di approfondire le ricerche archeologiche sulla città, restituendo informazioni che hanno confermato, a volte in modo sorprendentemente puntuale, i dati provenienti dalle fonti documentarie storiche.
I lavori si sono svolti a partire dal 1998 e 2000 nella Loggia Pavaglione; il progetto è poi proseguito nelle piazze a partire da Largo Baruzzi nel 2000, Largo della Repubblica nel 2003, Piazza Martiri nella primavera del 2004, Largo Calderoni nell’autunno dello stesso anno e infine Piazza Baracca nel 2009.


Veduta aerea di Lugo, con l'indicazione delle aree oggetto di scavo archeologico

L'analisi dei dati di scavo ci ha permesso di approfondire la conoscenza dell’area.
Innanzitutto è emerso che prima dell’età estense e della costruzione della Rocca questa zona era paludosa.
Sono poi stati trovati numerosi punti relativi al perimetro della cittadella con i suoi torrioni Un documento storico di riferimento è stata la planimetria del 1568 di Alfonso Corno, l'ingegnere militare incaricato dalla famiglia Este di sovraintendere i lavori di risistemazione delle “fosse”. Questa planimetria è risultata fondamentale ed è servita come punto di riferimento durante tutte le ricerche.
Infine sono state evidenziate anche le trasformazioni successive, tutte avvenute tra il XVII e XVIII secolo, con la costruzione dei granili (loggiati) e dell’arco Clementino, realizzato per l’ingresso a Lugo di papa Clemente VIII (1598).


Planimetria di Alfonso Corno, 1568 (Archivio di Stato di Modena)

Gli scavi archeologici e il progetto di riqualificazione del sistema delle piazze del Nucleo Storico sono stati presentati alla Rocca Estense di Lugo il 3 giugno 2010.
Oltre al Sindaco di Lugo, Raffaele Cortesi, e all'archeologa Chiara Guarnieri, della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia-Romagna, sono intervenuti l'archeologa Cristina Leoni, che ha presentato gli scavi relativi alla cittadella medievale,  e l'architetto Giovanni Liverani, Capo Servizio Patrimonio Comune di Lugo, che ha illustrato il progetto di riqualificazione del sistema delle piazze del centro storico